Fonni. Visitatori da tutta l’isola, chiusa la strada verso Bruncu Spina

A Desulo impianto di risalita palestra di sci per appassionati 

Fiocchi di neve vagabondi hanno trovato casa nel cuore della Sardegna. Sulle altezze del Gennargentu il manto bianco depositatosi nei giorni scorsi è intatto, dolcemente disturbato solo da sciami di turisti, che giungono, assetati di neve, da tutta l’isola. Donnortei e su Filariu: è una processione di famiglie e giovani che si dilettano con sci, slittini artigianali o semplici palle di neve.

Neve e stop alle auto

Fonni e Desulo, patrie del turismo montano, non si smentiscono, nonostante i limiti a traffico e divertimenti invernali. L’impianto sciistico del Bruncu Spina sarà operativo solo dall’anno prossimo e ieri è stata chiusa la strada per la seconda vetta più alta della Sardegna, poco sopra Su Ninnieri. Oltre che risultare dissestata e pericolosa per gli smottamenti, ci sono buche dovute ai lavori in corso. <É una misura precauzionale che non ha però fermato i forestieri che vogliono vivere la neve: dal Donnortei a Su Ninnieri è una tenera invasione>, dice la sindaca di Fonni Daniela Falconi. <Non ho più una stanza libera, come sempre in questo periodo-, afferma Mario Loddo, albergatore fonnese, -Tutti vogliono vivere l’incanto della neve>.

La montagna in Sardegna: grande spettacolo

A Desulo il rifugio Sa Crista è chiuso e abbandonato. Ma i visitatori, anche qui, si accontentano dello spettacolo della natura e della sapiente ospitalità. <Facciamo due ore di auto solo per vedere la neve brillare: ci bastano un po’ di salumi locali, un bicchiere di vino e la gioia di nostro figlio che gioca con lo slittino per essere felici-, affermano Nicola e Domenica di Porto Torres, -Ci dispiace solo che non si possa dormire quassù: sarebbe un sogno>. 

Il cielo è basso, le nuvole a mezz’aria,
un fiocco di neve vagabondo
fra scavalcare una tettoia o una viottola
non sa decidersi.
Un vento meschino tutto il giorno si lagna
di come qualcuno l’ha trattato;
la natura, come noi, si lascia talvolta sorprendere
senza il suo diadema.

Emily Dickinson

Turisti entusiasti sulla neve

A Su Filariu si incontrano anche comitive di Sassari con i loro cani, coppie di Oristano e camperesti di Cagliari. <Porto mia figlia, ma alla fine anche io mi ritrovo a giocare con la neve>, confessa Mirella, desulese trapiantata ad Assemini. Qui l’impianto di risalita è operativo, una palestra di sci per esperti e non. Ma i desulesi più coraggiosi affrontano un’impresa ben più ardua: la ripida discesa da Sa Crista a S’Arena con sci e snowboard.

Un pastore guarda l’orizzonte da una roccia con sorriso orgoglioso: i visitatori incantati sono la conferma che questa montagna è il posto più bello del mondo.